RELAZIONE SULLA GESTIONE DEL BILANCIO AL 31/12/2008 E SULLE ATTIVITA’ DELL’AUTORITA’ D’AMBITO N. 5 ASTIGIANO MONFERRATO NELL’ANNO 2008

SCARICA LA VERSIONE IN PDF

Indice

I Premessa

II Componenti e Lavori della Conferenza dell’A. d’A

1. Componenti della Conferenza dell’A. d’A

2. Lavori della Conferenza dell’A. d’A.

III Attività svolta dall’Autorità d’Ambito Astigiano-Monferrato nel corso dell’anno 2008

1. Normale attività istituzionale

2. Processo di aggregazione gestionale

3. Aggiornamento del Piano d’Ambito - Programmazione Investimenti

4. Problematiche particolari

IV Principali dati economici e finanziari

V Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio

VI Proposta di destinazione dell’utile

Vai agli schemi allegati

 

I – Premessa

L’Autorità d’Ambito n. 5 “Astigiano-Monferrato”, a seguito della Deliberazione della Conferenza n. 79 del 18.10.2004 ad oggetto “Separazione del Bilancio dell`Autorità d`Ambito dal Bilancio della Provincia di Asti - Regolazione dei Rapporti”, ha avviato una gestione contabile autonoma con decorrenza dal 01.01.2005.

Il presente documento rappresenta il risultato del quarto anno di gestione direttamente svolto dall’Autorità d’Ambito n. 5.

II – Componenti e Lavori della Conferenza dell’A. d’A.

1. Componenti della Conferenza dell’A. d’A.

La Conferenza dell’Autorità d’Ambito (in occasione dell’approvazione del presente Bilancio) è composta dai seguenti Sigg.ri:

  1. Armosino Maria Teresa, Rappresentante della Provincia di Asti;
  2. Magnone Mario, Rappresentante dell’Area Territoriale Omogenea “A” e Presidente della Conferenza;
  3. Gerbi Vincenzo, Rappresentante dell’Area Territoriale Omogenea “B”;
  4. Barrera Franco, Rappresentante dell’Area Territoriale Omogenea “C” e Vice Presidente della Conferenza;
  5. Mondo Mauro, Rappresentante dell’Area Territoriale Omogenea “D”;
  6. Corsato Mario, Delegato del Presidente Provincia di Torino;
  7. Figazzolo Marco, Delegato del Presidente della Provincia di Alessandria.

2. Lavori della Conferenza dell’A. d’A.

La Conferenza dell’A. d’A. nel corso dell’anno 2008 si è riunita 13 volte ed ha adottato 63 provvedimenti.

La Conferenza dell’A.d.’A., a seguito delle dimissione del Rag. Roberto Marmo da Presidente della Provincia si Asti, ha provveduto, con Deliberazioni n. 21 e 22 del 17.04.2008, a nominare l’Ing. Mario Magnone Presidente dell’Autorità d’Ambito ed il Sig. Barrera Franco Vice Presidente.

E’ di seguito riportato l’elenco delle Deliberazioni della Conferenza adottate nell’anno 2008.

N.
DATA
OGGETTO
1
31/01/2008
Autorizzazione al Comune di Camino circa il progetto di completamento tronchi fognari.
2
31/01/2008
Autorizzazione al Comune di Cisterna d`Asti circa i lavori di compeltamento fognatura Momiano.
3
31/01/2008
Approvazione programma investimenti triennio 2007-2009 nei Comuni di Cisterna, San Damiano e Tigliole - Area Gestionale Asti Servizi Pubblici S.p.A.
4
31/01/2008
Approvazione della Convenzione tra il Dipartimento di Scienze della Terra dell`Universitą degli Studi di Torino e l`Autoritą d`Ambito Territoriale Ottimale n. 5 Astigiano-Monferrato (Campo Pozzi Acquedotto Monferrato).
5
31/01/2008
Approvazione della Convenzione tra il Dipartimento di Scienze della Terra dell`Universitą degli Studi di Torino e l`Autoritą d`Ambito Territoriale Ottimale n. 5 Astigiano-Monferrato (Valle Maggiore - Valle Traversola).
6
20/02/2008
Autorizzazione al CCAM circa i lavori dell`APQ Stato Regione per la tutela delle acque e gestione integrata risorse idriche del 18.12.2002 Lotto B (.)
7
20/02/2008
Autorizzazione al Comune di Rocchetta Tanaro circa i lavori di posa di una nuova tubazione sostitutiva dell`Acquedotto Comunale.
8
20/02/2008
Autorizzazione all`Asti Servizi Pubblici S.p.A. circa i lavori di realizzazione nuova fognatura in Localitą Valteglio nel Comune di San Damiano.
9
20/02/2008
Approvazione Programma investimenti Triennio 2007-2009 nei Comuni di Antignano, Celel Enomondo, Revigliasco d`Asti, San Martino Alfieri, Cantarana, Ferrere, Villafranca (per la parte F-D), Monale. Area Gestionale Asti Servizi Pubblici S.p.A.
10
20/02/2008
Riorganizzazione del Servizio Idrico Integrato. Presa d`atto della Deliberazione del Comune di Cerro Tanaro di aggregazione all`Asti Servizi Pubblici ed approvazione Piano d`Area relativo alla gestione del Servizio Idrico Integrato.
11
20/02/2008
Approvazione Piano d`Area (revisione anni 2008 e 2009) ed articolazione tariffaria - Servizio Idrico Integrato - Anno 2008. Area Gestionale Consorzio dei Comuni per l`Acquedotto del Monferrato.
12
20/02/2008
Approvazione Regolamento per il conferimento di Incarichi Professionali, di Collaborazione, di Studio o di Ricerca ovvero di Consulenze, a soggetti esterni all`Autoritą d`Ambito Astigiano-Monferrato.
13
20/02/2008
Incarico di Consulente dell`Autoritą d`Ambito. Proroga del Dott. Oreste Meschia.
14
29/02/2008
Autorizzazione al Consorzio dei Comuni per l'Acquedotto del Monferrato circa i lavori per la realizzazione rete di adduzione all'interno dei Comuni di Lu e San Salvatore Monferrato.
15
29/02/2008
Presa d'atto delle dimissioni del Presidente della Provincia di Asti Roberto Marmo e svolgimento delle funzioni di Presidente dell'Autoritą d'Ambito.
16
29/02/2008
Organizzazione degli uffici dell'Autoritą d'Ambito. Programmazione del fabbisogno del personale per l'anno 2008 - Assunzione a tempo indeterminato di un Coordinatore Tecnico Categoria D1 Tempo Pieno.
17
29/02/2008
Articolazione Tariffaria Servizio Idrico Integrato - Anno 2008. Aree Gestionali: Acquedotto della Piana S.p.A. Acquedotto Valtiglione S.p.A.
18
29/02/2008
Atto di impegno a garanzia del mutuo dell'importo massimo di Euro 9.400.000 che stipulato da parte della Soci. Cons. S.I.A.M. per la realizzazione delle opere connesse alla razionalizzazione acquedottistica dell'ATO 5 (interconnessione AT-M.to-Valt.).
19
21/03/2008
Approvazione della Convenzione per l'erogazione di contributo per l'agevolazione degli utenti in condizioni disagiate per il pagamento delle bollette del Servizio Idrico Integrato.
20
21/03/2008
Approvazione Rendicontazione Investimenti triennio 2003-2005.
21
17/04/2008
Nomina del Presidente dell'Autoritą d'Ambito n. 5 Astigiano-Monferrato
22
17/04/2008
Nomina del Vice Presidente dell'Autoritą d'Ambito n. 5 Astigiano-Monferrato
23
17/04/2008
Approvazione del Progetto Preliminare relativo ai lavori di realizzazione fognatura in Localitą Bricco Cielo nel Comune di Cellarengo.
24
17/04/2008
Articolazione Tariffaria Servizio Idrico Integrato - Anno 2008. Area Gestionale:Asti Servizi Pubblici S.p.A.
25
05/05/2008
Attribuzione della retribuzione di risultato anno 2007 al Direttore dell`Autoritą d`Ambito Ing. Giuseppe Giuliano ed al Funzionario Tecnico, con Posizione Organizzativa, dell`Autoritą d`Ambito Ing. Valentina Ghione.
26
21/05/2008
Consulenza ed Assistenza Tecnica e Specialistica. Mandato al Direttore di incaricare di Prof. Antonio Di Molfetta
27
21/05/2008
Approvazione Bilancio Consuntivo Anno 2007.
28
21/05/2008
Autorizzazione al Comune di Cerro Tanaro circa la realizzazione di nuova fognatura in Via Quaglia.
29
21/05/2008
Convenzione per la fornitura di prestazioni in situazioni critiche mediante il Servizio Idrico di emergenza di Protezione Civile (S.I.E. Prot. Civ.).
30
21/05/2008
Approvazione delo schema dl Bando di Concorso Pubblico per Titoli ed Esami per la copertura a tempo indetermianto di n. 1 posto di Coordinatore Amministrativo - Categoria D1.
31
18/07/2008
Autorizzazione all'Asti Servizi Pubblici S.p.A. circa i lavori di collettamento e depurazione scarichi non trattati in Comune di Asti.
32
18/07/2008
Autorizzazione al Comune di Occimiano circa i lavori di costruzione di un tratto di fognatura in Strada Comunale Pretti.
33
18/07/2008
Autorizzazione al Consorzio dei Comuni per l'Acquedotto del Monferrato circa i lavori per la costruzione manufatti avanpozzi Campo Pozzi Cascina Giarrea - pozzi 3.2 - 5.2 - 6.2 - 7.2 - 8.2.
34
18/07/2008
Autorizzazione al Consorzio dei Comuni per l'Acquedotto del Monferrato circa i lavori di sostituzione recinzione esistente Campo Pozzi di Cascina Giarrea - Comune di Saluggia (VC).
35
18/07/2008
Approvazione del Progetto Preliminare relativo ai lavori di collettamento e depurazione scarichi non trattati in Loc. Costa del Comune di Buttigliera d'Asti - Gestore attuatore Acquedotto della Piana S.p.A.
36
18/07/2008
Approvazione del programma per l'attribuzione di incarichi secondo semestre 2008.
37
18/07/2008
Proroga dell'incarico al Dott. Oreste Meschia. Proposta di utilizzo in Convenzione con la Provincia di Asti.
38
18/07/2008
Societą Consortile Servizi Idrici Astigiano Monferrato (S.I.A.M.)- Approvazione delle attivitą relative al Programma di aggregazione delle funzioni.
39
18/07/2008
Obblighi dei Gestori del S.I.I. nella Convenzione e nel Disciplinare Tecnico. Approvazione Tabella di Revisione e modalitą di attuazione ruolo di SIAM.
40
18/07/2008
Fondo Progetti Strategici - Convenzione attuativa del Protocollo d'Intesa per la razionalizzazione acquedottistica dell'ATO5 (interconnessione Asti - Monferrato - Valtiglione). Variazione interventi - Inserimento nuovo posso di Acquedotto Valtiglione.
41
31/10/2008
Autorizzazione al Consorzio dei Comuni per l'Acquedotto del Monferrato circa i lavori per la sostituzione di tratti fognari e tratti di rete acquedottistica in Frazione Fabiano nel Comune di Solonghello (AL).
42
31/10/2008
Autorizzazione al Consorzio dei Comuni per l'Acquedotto del Monferrato circa i lavori di estensioni reti di fognatura e acquedotto nei Comuni di Cavagnolo e Brusasco (TO): in Via Roccabauda e Villaggio Maddalena (Cavagnolo) e Localitą Bricco (Brusasco).
43
31/10/2008
Autorizzazione al Comune di Ozzano circa la realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria rete fognaria di Via Ormea
44
31/10/2008
Autorizzazione all'Acquedotto della Piana S.p.A. circa i lavori di dei lavori di completamento rete fognaria in Localitą Rocche nel Comune di BUttigliera d'Asti
45
31/10/2008
Autorizzazione al Comune di Rocchetta Tanaro circa i lavori di rifacimento di un tratto di acquedotto in Frazione Cornalea
46
31/10/2008
Autorizzazione all'Acquedotto Valtiglione S.p.A. circa i lavori di costruzione pozzo trivellato in Comune di Ferrere d'Asti - Foglio n. 4 - Particella 266
47
31/10/2008
Approvazione del Progetto Definitivo relativo alla realizzazione depuratore nel Comune di Villanova d'Asti a completamento della rete di canalazione fognaria.
48
31/10/2008
Partecipazione in qualitą di pater alla proposta di Progetto Life+2008 della Provincia di Asti.
49
13/11/2008
Autorizzazione al Comune di Solonghello circa la realizzazione dei lavori per la sostituzione di tratti fognari in Frazione Fabiano.
50
13/11/2008
Autorizzazione al Consorzio dei Comuni per l'Acquedotto del Monferrato circa i lavori di estensione rete idrica in Via Madonna della Neve nel Comune di Moriondo Torinese.
51
13/11/2008
Approvazione del Progetto Definitivo relativo all'intervento di risanamento Ambientale-Fognatura e Depurazione in Valle San Paolo Solbrito in prossimitą Area Campo Pozzi.
52
05/12/2008
Autorizzazione Comune di Agliano Terme circa i lavori di costruzione tratto fognario ed opere accessorie in Regione San Rocco.
53
05/12/2008
Approvazione della Convenzione tra Regione Piemeonte e le Autoritą d`Ambito Territoriale Ottimale di cui alla L.R. 20 gennaio 1997 n. 13 per la collaborazione istituzionale in materia di aggiornamento straordinario del S.I.R.I. componente S.I.I.
54
05/12/2008
Approvazione Progetto Obiettivo Anni 2009-2010 per il dipendente Davide Ferraris.
55
05/12/2008
Approvazione. Analisi Economico - Gestionale del Servizio Idrico Integrato nell'ATO 5 Astigiano Monferrato: esercizio 2007 a confronto con gli esercizi 2003/2004/2005/2006.
56
15/12/2008
Approvazione del Bilancio di Previsione Economico per l'anno 2009 e del Bilancio Pluriennale 2009-2010-2011.
57
15/12/2008
Approvazione Articolazione Tariffaria - Servizio Idrico Integrato - Anno 2009. Aree Gestionali Acquedotto Valtiglione S.p.A. e Consorzio dei Comuni per l'Acquedotto del Monferrato.
58
15/12/2008
Approvazione integrazione al fondo 2008 e 2009. Contratto Collettivo Decentrato Integrativo per il personale dell'Autoritą d'Ambito.
59
15/12/2008
Approvazione Piano d'Area relativo alla gestione del Servizio Idrico Integrato nei Comuni di Canelli e Nizza Monferrato.
60
30/12/2008
Articolazione tariffaria Servizio Idrico Integrato - Anno 2009 - Acquedotto della Piana S.p.A.
61
30/12/2008
Approvazione del Programma per l'attribuzione di incarichi - Anno 2009.
62
30/12/2008
Direttore dell`Autoritą d`Ambito n. 5 Astigiano- Monferrato.
63
30/12/2008
Approvazione della Convenzione tra ARPA, ATO n. 5 e CCAM per il potenziamento dell`attivitą di monitoraggio radiologico a specifica salvaguardia del Campo Pozzi dell'Acquedotto Monferrato.

 

Breve illustrazione delle Deliberazioni più significative.

N.
Data
Oggetto
Breve descrizione
4
31/01/2008
Approvazione della Convenzione tra il Dipartimento di Scienze della Terra dell`Università degli Studi di Torino e l`Autorità d`Ambito Territoriale Ottimale n. 5 "Astigiano-Monferrato" (Campo Pozzi Acquedotto Monferrato).
Approvata la Convenzione tra Ato5 ed UniTo – Dipartimento di Scienze della Terra finalizzata all’Individuazione di un campo pozzi alternativo al sito di Cascina Giarrea (VC), a servizio dell’acquedotto del Monferrato, in relazione alla situazione di rischio potenziale derivante dalla presenza del sito nucleare di Saluggia ed in particolare per la perdita di radioattività dall’area degli impianti Eurex e Sorin-Avogadro.
Lo studio, in fase di realizzazione, prevede le seguenti attività
* Ricerca dati pregressi (Dati litostratigrafici, Dati sulla qualità delle acque sotterranee, Dati sulla ubicazione di pozzi potenzialmente interferenti, Dati sulla produttività degli acquiferi profondi)
* Ricostruzione dell’assetto litostratigrafico e idrogeologico del sottosuolo
* Elaborazione della carta piezometrica della falda profonda
* Individuazione dell’area potenzialmente idonea per la realizzazione di un campo pozzi alternativo
* Redazione delle relazioni finali
Costo dell’attività 30.000 Euro + IVA
5
31/01/2008
Approvazione della Convenzione tra il Dipartimento di Scienze della Terra dell`Università degli Studi di Torino e l`Autorità d`Ambito Territoriale Ottimale n. 5 "Astigiano-Monferrato" (Valle Maggiore - Valle Traversola).
Approvata la Convenzione tra l’Ato5 e l’UniTO – Dipartimento di Scienze della Terra finalizzata all’Aagiornamento ed approfondimento dello studio della falda di Valle Maggiore (Cantarana) e della falda di Valle Traversola (San Paolo Solbrito) per la razionalizzazione dei prelievi idropotabili e per la definizione delle Aree di Salvaguardia” allegata quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.
Lo studio, in fase di realizzazione, prevede le seguenti attività:
* Reperimento dei dati relativi ai campi pozzi di Valle Maggiore e Valle Traversola.
* Revisione dell’assetto litostratigrafico e idrogeologico.
* Idrochimica e qualità delle acque sotterranee.
* Ricostruzione della carta piezometrica dell’acquifero sfruttato.
* Evoluzione dei livelli idrici dell’acquifero sfruttato.
* Delimitazione delle aree di salvaguardia (zona di rispetto ristretta e zona di rispetto allargata) dei pozzi ad uso acquedottistici ricadenti nell’area della Valle Maggiore (Cantarana) e Valle Traversola (San Paolo Solbrito).
* Individuazione di aree idonee alla realizzazione nuovi pozzi.
* Indicazioni sulla gestione delle risorse idriche.
* Redazione delle relazioni finali
Costo dell’attività 70.000 Euro + IVA
10
20/02/2008
Riorganizzazione del Servizio Idrico Integrato. Presa d`atto della Deliberazione del Comune di Cerro Tanaro di aggregazione all`Asti Servizi Pubblici ed approvazione Piano d`Area relativo alla gestione del Servizio Idrico Integrato.
Si è preso d’atto dell’adesione del Comune di Cerro Tanaro all’Asti Servizi Pubblici S.p.A. e si è di approvato il Piano d’Area relativo alla gestione del Servizio Idrico Integrato del Comune di Cerro Tanaro facente parte dell’Area Gestionale Asti Servizi Pubblici S.p.A sino al 31 dicembre 2009.
15
29/02/2008
Presa d’atto delle dimissioni del Presidente della Provincia di Asti Roberto Marmo e svolgimento delle funzioni di Presidente dell’Autorità d’Ambito.
Si è preso atto delle dimissioni del Cav. Roberto Marmo da Presidente della Provincia, divenute efficaci ed irrevocabili in data 26 febbraio 2008;
Si è preso atto che, così come previsto dal Regolamento di funzionamento dell’Autorità d’Ambito: “Il Presidente è automaticamente decaduto qualora non abbia più titolo ad essere membro della Conferenza dell’Autorità. In tal caso le funzioni sono svolte dal Vice-Presidente o in sua assenza dal componente in carica più anziano per età anagrafica.”
Si è indicato di porre all’Ordine del Giorno della prossima Conferenza la nomina del Presidente dell’Autorità d’Ambito.
18
29/02/2008
Atto di impegno a garanzia del mutuo dell’importo massimo di Euro 9.400.000 che stipulato da parte della Soci. Cons. S.I.A.M. per la realizzazione delle opere connesse alla razionalizzazione acquedottistica dell’ATO 5 (interconnessione AT-M.to-Valt.).
Si è stabilito che il fondo progetti strategici, istituito dall’Autorità d’Ambito, è determinato in misura adeguata a coprire gli interessi di preammortamento e le rate di ammortamento del finanziamento. L’entità del fondo è già stata approvata per gli anni 2007, 2008 e 2009, è sarà determinata per gli anni successivi nella seguente misura:
- per l’anno 2010 - contributo di 4 centesimi di euro al mc riferito al volume erogato indicato nei Piani economico tecnici approvati dall’Autorità d’Ambito;
- per gli anni 2011 e successivi - contributo di 5 centesimi di euro al mc riferito ai volumi erogati indicati nei Piani economico tecnici approvati dall’Autorità d’Ambito;
- Si è indicato che la SIAM (Debitrice) dovrà, prima del periodo di ammortamento, optare per il tasso fisso secondo le migliori condizioni contenute nell’offerta della Banca Nazionale del Lavoro;
- Si è stabilito che, in ogni caso, l’entità del fondo sarà adeguata, con conseguente adeguamento tariffario, in modo che sia assicurata l’integrale copertura della rata di rimborso del finanziamento per l’intera durata del medesimo;
- Si è stabilito che i Gestori versino le quote di Fondo Progetti Strategici in due rate semestrali entro il 31 maggio ed entro il 30 novembre di ogni anno;
- Si è stabilito che i Gestori, obbligatoriamente, versino le quote destinate al Fondo Progetti Strategici nel conto corrente vincolato intestato a SIAM presso la Banca Nazionale del Lavoro, erogatrice del finanziamento. Tali somme, compresi gli interessi maturati, saranno utilizzate secondo le indicazioni dell’Autorità d’Ambito. Semestralmente SIAM provvederà a rendicontare all’ATO sull’entità ed utilizzo del conto corrente;
- Si è indicato che le somme presenti sul c/c SIAM vincolato presso la Banca Nazionale del Lavoro sino alla concorrenza delle singole rate in scadenza più una annualità saranno costituite in pegno. L’importo pari ad almeno 1 rata annua del mutuo a garanzia, costituita in pegno, dovrà essere conseguita prima dell’inizio del periodo di ammortamento;
- Si è stabilito che SIAM utilizzi le somme (p.to precedente) per il pagamento degli interessi di preammortamento e successive rate di ammortamento del mutuo;
- Si è stabilito di depositare sul c/c vincolato intestato a SIAM presso la Banca Nazionale del Lavoro, a seguito della stipula del contratto, le somme del fondo progetti strategici accantonato c/o l’ATO 5 derivanti dai versamenti dei Gestori, per una somma di 420.000 Euro;
- Si è stabilire che per eventuali ritardi nei versamenti, i Gestori dovranno corrispondere gli interessi, tutte le spese sostenute per solleciti ed altro. Le somme potranno essere prelevate anche attingendo dalle fideiussioni già in possesso dell’ATO 5;
- Si è stabilito che qualora i Gestori non provvedano al versamento della quota e degli eventuali interessi entro 30 giorni dalla scadenza stabilita saranno avviate le procedure per la revoca dell’affidamento/riconoscimento al Gestore inadempiente;
- Si è stabilito che i Gestori provvedano, in caso di insolvenza di uno, o più di uno, di essi, a surrogare l’insolvente/i sino a nomina del nuovo Gestore/i. Le somme versate dai Gestori a titolo di anticipo saranno poi recuperate con la nomina del nuovo Gestore. L’ATO 5 si impegna a far accettare all’eventuale nuovo Gestore tutti gli impegni assunti dagli attuali Gestori;
- Si è stabilito che il finanziamento sarà erogato dalla Banca Nazionale del Lavoro alla Società Consortile SIAM in relazione allo stato di avanzamento dei lavori (situazione di “tiraggio progressivo”) previo consenso dell’ATO5, nella figura del Direttore, a verifica dei lavori eseguiti. (Avanzamento lavori e Fatture);
- Si è stabilito che l’Autorità d’Ambito per coprire ogni eventuale onere derivante dalla realizzazione delle opere di cui al presente provvedimento nonché in relazione ad esigenze di alimentare il fondo progetti strategici per realizzare ulteriori investimenti si impegna ad adeguare la tariffa compatibilmente con le disposizioni di legge;
- Si è stabilito che prima della stipula del contratto di mutuo i Gestori dovranno trasmettere all’Autorità d’Ambito apposito atto di impegno sull’assolvimento degli obblighi evidenziati nel presente provvedimento;
- Si è dato mandato al Direttore dell’Autorità d’Ambito di provvedere alla sottoscrizione del contratto di mutuo con la Banca Nazionale del Lavoro secondo le indicazioni del presente provvedimento.
19
21/03/2008
Approvazione della “Convenzione per l’erogazione di contributo per l’agevolazione degli utenti in condizioni disagiate per il pagamento delle bollette del Servizio Idrico Integrato”.

Si è approvata la Convenzione, tra Ato5 ed Enti Socio Assistenziali, per l’erogazione di contributo per l’agevolazione degli utenti in condizioni disagiate per il pagamento delle bollette del Servizio Idrico Integrato.
I Termini della convenzione sono i seguenti:
* Il contributo dell’Ato andrà a ridurre, nella misura massima di 100 € annui salvo casi particolari evidenziati da relazione sociale a cui potrà essere assegnato maggiore importo, l’ammontare che gli utenti titolari di contratto ad uso domestico devono pagare al Gestore;
* Il contribuito può coprire il pagamento di morosità, cioè di bollette per le quali è stata avviata la procedura di messa in mora ovvero le spese per chiusura/riattivazione d’utenza morosa;
* Il contributo esclusivamente finalizzato al pagamento delle bollette del Servizio Idrico Integrato è erogato direttamente dagli Enti Socio-Assistenziali agli utenti beneficiari sino ad esaurimento del fondo a disposizione;
* gli Enti socio assistenziali presentano semestralmente all’Ato5 la rendicontazione delle spese rimborsate agli utenti;
* l’Autorità d’Ambito verserà agli Enti Socio assistenziali la quota anticipata dagli Enti medesimi;
* l’Autorità d’Ambito provvederà ad anticipare 1/3 della somma di cui al precedente comma a seguito di richiesta dell’Ente Socio Assistenziale. Di tale somma si terrà conto in fase di rendicontazione e si andrà quindi a conguaglio.
* eventuali contributi non erogati nel corso dell’anno dagli Enti socio assistenziali restano a disposizione dell’Autorità d’Ambito per gli anni successivi.
* L’Ato5 determinerà annualmente l’importo da destinare all’iniziativa. Tale quota potrà essere di anno in anno adeguata, valutate le capacità di bilancio dell’AAto5, in relazione a specifiche esigenze;
L’Ato5 ha messo a disposizione degli Enti Socio Assistenziali la somma di Euro 50.000 all’anno.
21
17/04/2008
Nomina del Presidente dell’Autorità d’Ambito n. 5 “Astigiano-Monferrato”

La Conferenza ha nominato Presidente dell’Ato5 Astigiano-Monferratol’Ing. Mario Magnone.
22
17/04/2008
Nomina del Vice Presidente dell’Autorità d’Ambito n. 5 “Astigiano-Monferrato”
La Conferenza ha nominato VicePresidente dell’Ato 5 Astigiano-Monferratoil Geom. Franco Barrera.
26
21/05/2008
Consulenza ed Assistenza Tecnica e Specialistica. Mandato al Direttore di incaricare di Prof. Antonio Di Molfetta
Si è stabilito di dare mandato al Direttore dell’Autorità d’Ambito di rinnovare l’incarico al Prof. Ing. Antonio Di Molfetta, quale tecnico di fiducia della Conferenza dell’Autorità d’Ambito, per l’attività di assistenza tecnica e specialistica nella vicenda connessa alla perdita di materiale radioattivo verificatosi nel comprensorio nucleare di Saluggia (VC) (siti: Sogin, Sorin ed Avogadro) al fine della salvaguardia del campo pozzi dell’Acquedotto del Monferrato;
Si è altresì stabilito che si utilizzeranno le risorse di cui al fondo per lo sviluppo di attività strategiche istituito presso il bilancio dell’Autorità d’Ambito.
La somma impegnata è di Euro 10.000.
29
21/05/2008
Convenzione per la fornitura di prestazioni in situazioni critiche mediante il Servizio Idrico di emergenza di Protezione Civile (S.I.E. Prot. Civ.).
- Si è approvata la Convenzione per la fornitura di prestazioni in situazioni critiche mediante un servizio idrico di emergenza di protezione civile (S.I.E. Pro.Civ.);
- Si è dato atto che l’Ato5, in considerazione delle ridotte dimensioni della propria Segreteria Tecnica, non è in grado di fornire un vero e proprio servizio di reperibilità e quindi indica, ai sensi dell’arti 1 del regolamento, quali referenti da contattare per l’attestazione della situazione d’emergenza:
- il Direttore Ing. Giuseppe Giuliano;
- il Funzionario Tecnico Ing. Valentina Ghione.
38
18/07/2008
Società Consortile Servizi Idrici Astigiano Monferrato (S.I.A.M.)- Approvazione delle attività relative al Programma di aggregazione delle funzioni.
Si è stabilito di approvare le quattro schede relative al “Programma di aggregazione delle funzioni” della SIAM – Servizi Idrici Astigiano Monferrato.
Le attività sono le seguenti:
* Ufficio Progettazione comune;
* Ufficio cartografico – Sistema Informativo Territoriale;
* Centralino comune di reperibilità;
* Controllo degli scarichi in pubblica fognatura.
48
31/10/2008
Partecipazione in qualità di partner alla proposta di Progetto Life+2008 della Provincia di Asti.
Si è stabilito di aderire, in qualità di partner, alla proposta di partecipazione al Progetto Life + 2008 della Provincia di Asti sul tema della salvaguardia delle acque superficiali del bacino del Fiume Tanaro.
Il progetto si prefigge di:
- implementare un piano di gestione sostenibile dell’acqua per il bacino idrografico del Basso Tanaro, definendo delle strategie al fine di migliorare la qualità dell’acqua e salvaguardare l’ambiente così come previsto dalla direttiva quadro Europea.
- sviluppare un particolare modello di monitoraggio delle acque;
- promuovere, di concerto con i gestori del SII, azioni dirette sugli impianti di depurazione che generano un impatto significativo;
- incentivare, in accordo col comparto agricolo, la diffusione di colture meno idroesigenti, al fine di diminuire il prelievo idrico;
- elaborare norme e buone pratiche per la gestione della risorsa idrica che dovranno essere recepite all’interno dei regolamenti edilizi comunali e degli strumenti di pianificazione ai vari livelli.
Il contributo dell’Ato5 sarà, in particolare, finalizzato:
- alla Mappatura dei punti di scarico degli impianti di trattamento acque reflue;
- alla caratterizzazione degli scarichi degli impianti di trattamento acque reflue in termini quali quantitativi;
- alla definizione di una rete di monitoraggio pilota per l’analisi degli impatti degli scarichi sulla qualità del corpo idrico;
- alla definizione delle ottimizzazioni e implementazioni impiantistiche necessarie, in funzione del grado di priorità individuato, per l’abbattimento degli apporti di BOD e COD dovuto agli scarichi dei depuratori;
- alla definizione di un programma per la mitigazione degli effetti sul corpo idrico.
63
30/12/2008
Approvazione della Convenzione tra ARPA, ATO n. 5 e CCAM per il potenziamento dell`attività di monitoraggio radiologico a specifica salvaguardia del Campo Pozzi dell’Acquedotto Monferrato.
Si è approvata la Convenzione tra l’ARPA Piemonte, l’Ato5 ed il Consorzio dei Comuni per l’Acquedotto del Monferrato per il potenziamento dell’attività di monitoraggio radiologico a salvaguardia del Campo Pozzi dell’Acquedotto del Monferrato.
L’attività comprenderà:
- il monitoraggio radiologico dell’acqua di falda superficiale di nuovi pozzi (ritenuti significativi tra quelli di recente predisposizione da parte della Regione Piemonte) a monte del campo pozzi dell’Acquedotto del Monferrato di Cascina Giarrea, garantendo la possibilità di intercettare con congruo anticipo eventuali inquinanti prima che raggiungano i pozzi;
- il monitoraggio di eventuali ulteriori piezometri da ubicarsi tra il campo pozzi ed il comprensorio nucleare;
- il potenziamento del monitoraggio radiologico dei pozzi dell’Acquedotto del Monferrato di Cascina Giarrea;
- l’attivazione di uno studio per addivenire ad un monitoraggio in continuo.

III – Attività svolta dall’Autorità d’Ambito n. 5 “Astigiano- Monferrato” nel corso dell’Anno 2008

Le principali attività svolte nel corso dell’anno 2008, sono di seguito elencate:

1. Normale attività istituzionale

La Conferenza dell’Autorità d’Ambito n. 5 “Astigiano Monferrato” nel corso dell`anno 2008 ha svolto la propria attività istituzionale affrontando, inoltre, varie problematiche relative alla Riorganizzazione del Servizio Idrico Integrato in particolar modo per quanto riguarda il processo di aggregazione tra i Gestori, con la costituzione di SIAM, e l’individuazione di percorsi utili all’aggregazione delle gestioni ancora in economia.

Si sono, altresì, organizzati incontri con le Aree Territoriali Omogenee per relazionare sull’attività svolta, su quella in previsione per il futuro, nonché per discutere in merito alla Riorganizzazione del Servizio Idrico Integrato.

Un`importante attività è stata svolta circa la valutazione dei progetti, per la realizzazione di interventi di completamento e razionalizzazione dei servizi idrici che ha dato luogo al rilascio, nel corso del 2008 di 24 autorizzazioni.

Altra attività rilevante è quella del costante aggiornamento dei dati relativi ai mutui in essere assunti dai Comuni facenti parte dell’Autorità d’Ambito n. 5 per interventi di acquedotto, fognatura e depurazione.

L’Autorità d’Ambito, nel corso dell’anno 2008, ha altresì provveduto:

Le principali Deliberazioni adottate relative al Bilancio dell`ATO n. 5 sono state le seguenti:

2. Processo di aggregazione gestionale

L’Autorità d’Ambito Astigiano Monferrato, in linea con le disposizioni di legge, ha attivato un percorso di riorganizzazione del Servizio Idrico Integrato mirato:

Momenti fondamentali, di tale processo, sono stati:

Aggregazione dei Comuni ai Gestori riconosciuti dall’Autorità d’Ambito

Relativamente all’aggregazione dei Comuni, in quest’ultimo anno l’Autorità d’Ambito ha cercato, attraverso diversi incontri utili per definire percorsi condivisi e rispettosi delle situazioni e delle realtà locali e ragionando per gruppi di Comuni con situazioni omogenee, di coinvolgere tutti i Comuni.

Il percorso di aggregazione dei Comuni è riportato nel grafico della pagina seguente (si parte da una situazione in cui per la parte fognatura e depurazione quasi tutti i Comuni erano in economia).

Grafico che visualizza l`andamento del numero dei gestori dall`anno 2003 alla fine del 2008

Ad oggi il quadro gestionale è il seguente.

Dei 154 Comuni dell’ambito 147 fanno già parte, per l’intero ciclo idrico integrato, nel sistema d’Ambito gestiti dai seguenti operatori:

Gestori
N.comuni
ASP
10
CCAM
99
Piana
6
Valtiglione
32

Gli 7 Comuni rimanenti hanno la seguente gestione del servizio idrico integrato:

GESTORE
Comune
Acquedotto
Fognatura - Depurazione
Cantarana
Società Acque Potabili
Asti Servizi Pubblici
Castello d`Annone
Economia
Economia
Cortiglione
Economia
Economia
Ferrere
Società Acque Potabili
Asti Servizi Pubblici
Montafia
Aquedotto Monferrato S.p.a.
Acquedotto della Piana
Rocchetta Tanaro
Economia
Economia
Villafranca
Società Acque Potabili
Asti Servizi Pubblici

Per i Comuni di Cantarana, Ferrere, Villafranca e Montafia, che già hanno provveduto al trasferito degli impianti di fognatura e depurazione ad un Gestore individuato dall’Autorità d’Ambito (ASP ed Acquedotto della Piana come da tabella sopra), è aperta una valutazione con la Società Acque Potabili per il trasferimento ai suddetti Gestori anche del comparto Acquedotto, possibilmente entro il 2009.

Vi sono poi i Comuni di Castello d’Annone, Cortiglione e Rocchetta Tanaro, con gestione totalmente in economia, che ad oggi non hanno ancora trasferito gli impianti ad un Gestore d’Ambito.

Aggregazione dei Comuni dell’Area “B” all’Acquedotto della Piana.

A fine 2008 si è, altresì, attivato un percorso finalizzato all’aggregazione, mediante l’acquisizione di quote societarie, dei Comuni di:

Antignano, Cantarana, Celle Enomondo, Cisterna d’Asti, Ferrere, Revigliasco d’Asti, S. Damiano d’Asti, S. Martino Alfieri, Tigliole e Villafranca
all’Acquedotto della Piana SpA

La costruzione dell’accordo, firmato il 20 aprile 2009, ha richiesto diversi incontri e la ricerca di una sintesi tra tutti i Comuni interessati, ovvero: gli attuali Comuni soci dell’Acquedotto della Piana ed i nuovi Comuni soci.

Si sono, sin da subito, condivisi alcuni principi che sono stati alla base del progetto di adesione dei nuovi Comuni e sono i seguenti:

L’obiettivo, condiviso, è stato quello di rafforzare un soggetto, comunque già esistente e funzionante, al fine di fornire una garanzia di un buon servizio idrico ai cittadini e quindi in logica di investimenti ed interconnessioni tra gli impianti del territorio.

Si sono, poi, travate delle soluzioni, sia per quanto riguarda la composizione del Consiglio d’Amministrazione sia dell’Assemblea, che hanno permesso di soddisfare le diverse esigenze consentendo di raggiungere un punto di soddisfacente equilibrio.

Integrazione tra i Gestori – Società Consortile

Relativamente al percorso d’integrazione dei 4 Gestori in data 1 giugno 2007 si è costituita la Società Consortile Servizi Idrici Astigiano Monferrato che ha come oggetto sociale:

L’impegno principale di SIAM, dalla sua costituzione ad oggi, è legato all’ottenimento di un mutuo per finanziare le opere di razionalizzazione acquedottistica – interconnessione tra gli impianti di acquedotto dell’Ato.

In data 18 luglio 2008 con Deliberazione n. 38 è stato approvato un elenco delle prime attività facenti parte del programma di aggregazione delle funzioni gestionali. Le attività che dovrà svolgere, unitariamente, SIAM sono:

Inoltre, SIAM dovrà:

3. Aggiornamento del Piano d’Ambito Attività di Programmazione degli investimenti

Nel corso del 2008 sono stati definiti i Piani d’Area dei Comuni aggregatisi di recente al sistema idrico integrato d’Ambito e sono i seguenti.

Gestione del
Comuni
Gestore
Delibera Ato
Servizio Idrico Integrato
Cerro Tanaro
Asti Servizi Pubblici
n. 10 del 20.02.2008
Servizio Idrico Integrato

Canelli e Nizza M.to
Acquedotto Valtiglione – Società Acque Potabili
n. 59 del 15.12.2008

Per quanto riguarda gli andamenti della Tariffa Reale Media si riscontrano i seguenti valori:

Area gestionale
Tariffa 2008
[Euro/mc]
Tariffa 2009
[Euro/mc]
Asti Servizi Pubblici – Cerro Tanaro
1,222
1,451
Acquedotto Valtiglione – SAP – Canelli e Nizza M.to
1,731
1,757

I valori degli investimenti in tariffa sono riportati nella tabella seguente.

Area gestionale
Investimenti periodo 2008 - 2009 [Euro]
Asti Servizi Pubblici – Cerro Tanaro (da febbraio 2008 a dicembre 2009)
85.000
Acquedotto Valtiglione – SAP – Canelli e Nizza M.to
700.000

Si riporta di seguito un aggiornamento inerente i lavori finanziati con il fondo progetti strategici.

INTERVENTO
GESTORE
IMPORTO COMPESSIVO INTERVENTO
[Euro]
FINANZIAMENTO PUBBLICO
[Euro]
IMPORTO DA COPRIRE CON FONDO PROGETTI STRATEGICI
[Euro]
(1) Interventi di razionalizzazione acquedottistica – ato 5 – interconnessione acquedotti di Asti, Valtiglione, Monferrato
SIAM
(ASP, Valtiglione, Monferrato)
18.498.375
9.166.036
9.332.339
(2) Collettamento scarico non trattato in Comune di Buttigliera al depuratore di Castelnuovo Don Bosco
Acquedotto della Piana
300.000
150.000
150.000

INTERVENTO (2) Approvato progetto preliminare in fase di redazione Progetto definitivo.

INTERVENTO
GESTORE
IMPORTO COMPLESSIVO INTERVENTO [EURO]
FINANZIAMENTO PUBBLICO  [EURO]
IMPORTO A CARICO GESTORE [EURO]
IMPORTO TOTALE GESTORE DA COPRIRE CON FONDO STRATEGICO [EURO]
STATO DI ATTUAZIONE verifica in data 15 aprile 2009)
Interventi di adeguamento della centrale di Verrua Savoia
Monferrato
2.200.000,00
1.395.806,00
804.194,00
 
6.106.339,00
Lavori conclusi
Interventi di completamento delle due mandate ai serbatoi di Tetti Coppa e Monte Croce 
2.431.750,00
2.070.230,00
361.520,00
Lavori conclusi
Condotta di interconnessione tratto Piea – Portacomaro Stazione 
4.801.875,00
2.600.000,00
2.201.875,00
Lavori appaltati - Consegna lavori entro aprile. 
Raddoppio nuovo anello tra loc. Vignali (Brozolo) e Piovà Massaia
2.288.750,00
 
800.000,00
1.488.750,00
Lavori appaltati - Consegna lavori entro aprile. 
Adeguamento adduzione da campo pozzi di Cascina Giarrea a centrale di sollevamento di Verrua Savoia
1.300.000,00
 
650.000,00
650.000,00
Lavori in corso - quasi ultimati
Interventi di adeguamento del campo pozzi di Cascina Giarrea (sostituzione pozzi esistenti, trivellazione pozzi)
 
600.000,00
 
600.000,00
DA PROGETTARE - attivata la richiesta concessione alla Provincia di Vercelli
Interventi su rete ASP per utilizzare l’interconnessione
ASP
1.000.000,00
 
500.000,00
500.000,00
 
1.326.000,00
In fase d`appalto 
Interventi di collegamento tra gli impianti ASP e Valtiglione in Valle Maggiore di Cantarana al fine di ottimizzare l’utilizzo degli impianti e migliorare l’erogazione del servizio nei Comuni di Cantarana, Ferrere e Villafranca
976.000,00
350.000,00
626.000,00
Lavori appaltati - Consegnati i lavori il 3 marzo 2009. 
Collegamento da Valle Maggiore di Cantarana (ASP) a condotte Valtiglione
200.000,00
 
200.000,00
DA PROGETTARE
Interventi su impianti Valtiglione per utilizzare l’interconnessione 
Valtiglione
1.500.000,00
800.000,00
700.000,00
1.700.000,00
Lavori ultimati per il primo lotto di Euro 300.000 - II° lotto di Euro 1.2000.000 Appaltato - Inizio lavori previsto maggio 2009
Collegamento della condotta ASP in località Vallarone agli impianti Valtiglione di località Belangero
1.000.000,00
 
1.000.000,00
In fase d`appalto
Costruzione nuovo pozzo in Ferrere d`Asti
200.000,00
 
200.000,00
realizzato
TOTALI
 
18.298.375,00
9.166.036,00
9.332.339,00
9.132.339,00
 

Per quanto riguarda l’attività di verifica sui progetti nel corso del 2008 la Conferenza dell’Autorità d’Ambito n. 5 Astigiano Monferrato ha autorizzato 24 interventi per un costo totale di € 7.570.093 finanziati nel seguente modo.

Grafico che mostra le modalitą diverse di finanziamento per gli interventi autorizzati nell`anno 2008
(*) Altro: contributi Comuni o altri Enti (AIPO,..)

A far data dal 1 maggio 2009 entreranno in vigore le nuove Direttive approvate con Deliberazione dell’Autorità d’Ambito n. 13 del 3 aprile 2009 per l’Approvazione dei progetti di acquedotto, fognatura e depurazione.

4. Problematiche particolari

Comprensorio nucleare di Saluggia a monte del campo pozzi dell’Acquedotto del Monferrato.

L’ultima relazione ARPA, del 2 aprile 2009, evidenzia:

“Il quadro radiologico che emerge dalla valutazione dei dati analitici è confrontabile con quello del periodo precedente. Tutti i radioisotopi artificiali sono presenti in concentrazioni basse, molto al di sotto dei livelli di riferimento adottati.
Nei pozzi dell’Acquedotto del Monferrato – sia quelli profondi che alimentano la rete di distribuzione che il piezometro di controllo predisposto ad hoc con pescaggio a 7 m – non è stata rilevata traccia di radioisotopi radioattivi di origine artificiale.
In questo contesto non si configurano pertanto pericoli per la popolazione.”

Al fine di avere una maggior sicurezza e per definire una specifica attività di monitoraggio è stata, comunque, stipulata, in data 30 gennaio 2009, apposita convenzione tra Autorità d’Ambito, ARPA e Consorzio Monferrato.

Il titolo dalla Convenzione è il seguente: “CONVENZIONE TRA L’AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DEL PIEMONTE, L’AUTORITA’ D’AMBITO 5 “ASTIGIANO MONFERRATO” ED IL CONSORZIO DEI COMUNI PER ACQUEDOTTO DEL MONFERRATO PER LA REALIZZAZIONE DI MONITORAGGIO RADIOLOGICO A SPECIOFICA SALVAGUARDIA DEL CAMPO POZZI DELL’ACQUEDOTTO DEL MONFERRATO”.

Gli obiettivi dell’accordo sono i seguenti:

Problematica inquinamento del Torrente Belbo - Impianto di depurazione di S. Stefano Belbo

Nel bacino idrografico del Torrente Belbo e tributario Tinella é operante uno schema di raccolta dei reflui conferiti dalle reti fognarie Comunali e dalle attività produttive del comparto enotecnico, attività prevalente e fiorente in quel contesto territoriale, di tipo consortile con recapito finale dei reflui all’Impianto di Depurazione di Santo Stefano Belbo (CN).

Detto sistema è a servizio di n. 4 Comuni dell’Ambito Territoriale Ottimale n. 5 Astigiano Monferrato e n. 3 Comuni dell’Ambito Ottimale Ottimale n. 4 Cuneese configurando pertanto l’agglomerato sotto la competenza gestionale e organizzativa di due Autorità d’Ambito (Ato5 e Ato4).

I Comuni interessati raggruppati in Consorzio sono:

Dal settembre-ottobre 2008 si è riscontrato un aggravarsi della situazione di inquinamento ambientale del Torrente Belbo alla quale ha contribuito in maniera significativo il malfunzionamento dell’impianto di depurazione centralizzato di Santo Stefano Belbo (nota ARPA Cuneo del 10/09/08).

Risulterebbe che gli apporti da parte dei Grandi Utenti produttivi (per lo più mono-produzione enotecnica) nel corso degli anni siano modificati in relazione ai processi produttivi, sempre più idroesigenti, col risultato che è aumentata la portata impulsiva di conferimento a valle stabilimento ed è modificata la natura del refluo caratterizzata da significativi aggravi nelle concentrazioni presenti allo scarico, segnatamente BOD, COD, “farine fossili” ecc.; tutto questo in presenza di un impianto di depurazione dimensionato, fine anni ’90, per assolvere a carichi idraulici e qualitativi non comparabili.

Ad oggi la responsabilità della gestione dell’impianto di trattamento di Santo Stefano Belbo è in capo alla Società CIDAR srl. Che si avvale per la gestione operativa della Società Galatea che a sua volta si avvale della Società SMAT.

La Conferenza di Ato4 Cuneese con Delibera n. 2 del 7/08/2006 non ha riconosciuto il gestore Consorzio CIDAR in quanto carente dei requisiti di legge; anche la Conferenza di Ato5 Astigiano-Monferrato con Delibera 55/2001 non ha riconosciuto il CIDAR.

In esito alla situazione di inquinamento manifestatasi la Regione Piemonte ha insediato un tavolo tecnico permanente finalizzato al superamento della criticità ambientale.

Tale tavolo tecnico è composto da: Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Provincia di Asti, Ato5, Ato4, ARPA Asti, ARPA Cuneo e Gestori del SII.

La Conferenza dell’Ato4 cuneese ha individuato con atto n. 19 del 18/11/2008 l’affidamento dell’impianto di depurazione di Santo Stefano Belbo alla Società Intercomunale Servizi Idrici – SISI Srl con sede in Alba.

Le Autorità d’Ambito, Ato4 ed Ato5, si sono attivate per la definizione di una Convenzione per la Gestione del Servizio di Fognatura e Depurazione sulle reti e gli impianti di competenza CIDAR.

Tale Convenzione, condivisa con Regione Piemonte, Province e Gestori del SII (Valtiglione e SISI), è stata definita ed è in attesa di essere siglata a seguito dell’effettiva presa in carico dell’impianto da parte del Gestore SISI, individuato da Ato4.

Il Gestore Sisi Srl si è, infatti, riservato la presa in carico del Servizio successivamente alla verifica dello stato dell’impianto di depurazione ed in seguito alle risultanze della Conferenza dei Servizi.

E’ pertanto ancora in fase di formalizzazione la presa in carico del Servizio da parte di Sisi Srl e non è ancora stato sottoscritto formale contratto tra il Gestore e l’Ato4.

L’Ato4 cuneese ha convocato apposita Conferenza dei Servizi finalizzata alla definizione di criteri e linee guida per la revisione delle autorizzazioni allo scarico in essere al fine di rendere il funzionamento del depuratore compatibile con la reale capacità di trattamento.

Il tavolo tecnico, infatti, sulla base delle relazioni e della documentazione depositata ha riconosciuto quale principale causa del malfunzionamento dell’impianto di depurazione l’incremento numerico e quantitativo nel tempo di reflui industriali in fognatura oltre alle modalità stesse ed ai picchi di conferimento “sincrono”, legati alle modalità delle lavorazioni enologiche, sostanzialmente omogenee e monoprodotto.

Le valutazioni si sono svolte altresì sulla base di sopralluoghi presso le attività produttive da parte dei Gestori del Servizio con il supporto dei soggetti istituzionali al fine di acquisire elementi e dati inerenti gli scarichi industriali ed i sistemi di pre-trattamento e trattamento esistenti.

Attività che dovranno essere svolte.

IV – Principali dati economici

STATO PATRIMONIALE

ATTIVO
a) Crediti verso Enti Pubblici per Capitale di dotazione deliberato da versare
€ 0,00
b) Immobilizzazioni
€ 23.778,00
c) Attivo circolante
€ 1.449.554,00
d) Ratei e Risconti
€ 3.408,00
TOTALE ATTIVO
€ 1.476.740,00

 

PASSIVO
a) Patrimonio Netto
€ 204.558,00
b) Fondi per rischi ed oneri
€ 679.061,00
c) Trattamento di Fine Rapporto Lavoro Subordinato
€ 0,00
d) Debiti
€ 593.121,00
e) Ratei e Risconti
€ 0,00
TOTALE ATTIVO
€ 1.476.740,00

 

CONTO ECONOMICO
a) Valore della Produzione
€ 666.453,00
b) Costi della Produzione
€ 690.278,00
DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B)
€ - 23.825,00
c) Proventi ed oneri finanziari
€ 33.659,00
d) Proventi ed oneri straordinari
€ 610,00
UTILE D’ESERCIZIO
€ 10.444,00

 

V - Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio

Si è chiuso positivamente per l’Ato5 il Procedimento aperto dall’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture e volto ad accertare l’osservanza della normativa per l’affidamento del servizio idrico integrato.

Infatti, con nota del 15 aprile 2009, l’Autorità di Vigilanza ha comunicato all’Ato 5 che l’affidamento diretto ai tre gestori totalmente pubblici (in house): Acquedotto della Piana, Acquedotto Valtiglione e Consorzio dei Comuni per l’Acquedotto del Monferrato, di aver valutato conforme alle disposizioni legislative e alla giurisprudenza prevalente in materia di in house providing.

Lunedì 20 aprile 2009, presso il Municipio di Cantarana, si è firmato un importante protocollo d’intesa tra i Comuni dell’Area “B”, l’Acquedotto della Piana e l’Autorità d’Ambito mirato all’aggregazione di tali realtà comunali all’Acquedotto della Piana a far data dal 1 gennaio 2010.

Tale atto si inserisce nel contesto di un percorso di aggregazione gestionale, in corso nell’ambito Astigiano Monferrato, finalizzato a creare dei Soggetti Gestori forti ed in grado di dare un buon servizio ai cittadini realizzando gli investimenti di acquedotto, fognatura e depurazione necessari.

VI – Proposta di destinazione dell’utile

Si propone di destinare l’utile d’esercizio pari ad Euro € 10.444,00 nel modo seguente:

TORNA AD INIZIO PAGINA

NOTA INTEGRATIVA IN VERSIONE HTML - IN VERSIONE PDF

VISUALIZZA IL CONTO ECONOMICO IN VERSIONE HTML - IN VERSIONE PDF

VISUALIZZA LO STATO PATRIMONIALE IN VERSIONE HTML - IN VERSIONE PDF

VISUALIZZA LO SCHEMA DI CONFRONTO STATO PATRIMONIALE IN VERSIONE HTML - IN VERSIONE PDF

VISUALIZZA LO SCHEMA DI CONFRONTO CONTO ECONOMICO IN VERSIONE HTML - IN VERSIONE PDF

VISUALIZZA LA RELAZIONE BILANCIO DI PREVISIONE ECONOMICO - ANNO 2008 IN VERSIONE HTML - IN VERSIONE PDF

PARERE REVISORE DEI CONTI IN VERSIONE PDF